Thursday, January 12, 2006

 
Camillo Langone

Mi sento in dovere di riportare la preghiera di Langone sul Foglio di oggi.

Grazie Signore di averemi fatto moderatamente ma sinceramente antidemocratico, senza miei meriti particolari salvo forse la lettura di un paio di libri di Aristotele e Sartori, perchè altrimenti oggi sarei un elettore della Lega e un sostenitore del miinistro Castelli definito in televisione "figura limite" da un vecchio signore benpensante come Eugenio Scalfari che così facendo lo ha apparentato agli amatissimi Boukowski, Cellini, Drieu la Rochelle, Ferrara (Abel), Pound, Saviane (Sergio), VAn Gogh (Vincent e Theo), Villon, tutte persone che non hanno usato gli anni solo per incanutire, che sono andate dall'altra parte e ci hanno raccontato quello che su Repubblica non si leggerà mai.


Comments: Post a Comment



<< Home

This page is powered by Blogger. Isn't yours?